FIORENZO, FIORENZA E I FIORENTINI ILLUSTRI

29 Apr

Se gli antichi Romani osservavano che nel nome è celato il destino, un fondo di verità deve pur esserci. Fiorenzo Toniutti, oltre ad essere destinato alla vocazione del disegno in cui si dimostra un’assoluta eccellenza, oserei dire di ogni tempo e latitudine, rivela altresì una profonda, innata propensione all’amore per Fiorenza, la sua città. Ne sono testimonianza i ritratti dedicati alle chiese, ai monumenti, alle opere d’arte scultorea e pittorica. Autentiche interpretazioni che assumono una sorta di personificazione e di conseguenza un’immagine dinamica e vitale, ingioiellata da elementi che la connotano, da citazioni colte, nella tensione emotiva e nell’arditezza di una singolare quanto suggestiva rilettura in chiave fantasiosa, quasi fiabesca, che solo un Maestro di consumata destrezza, perizia esecutiva ed estro creativo come Toniutti, può concedersi.

A completamento di questa avvincente operazione ricognitiva, si colloca l’omaggio ai fiorentini illustri, da Dante Alighieri a Piero Bargellini. Un ricchissimo, coinvolgente itinerario che va ad affiancarsi al celeberrimo palcoscenico aperto sul mondo della musica e dello spettacolo di tutti i tempi che ha reso famoso l’artista. Come consuetudine del Maestro, il modo di accostarsi al soggetto è sempre garbato, poetico, sincero, eppure capace di evidenziarne il “lato migliore”, quell’atteggiamento o quel particolare solo suo. E il tono è sempre deciso, puntuale, sicuro. Non si tratta semplicemente di una rassegna di effigi di personalità che si sono distinte per avere dato lustro, ciascuna a suo modo, a Firenze, ma di una ricostruzione attentamente documentata di ogni personaggio e del contesto storico in cui ha vissuto ed operato, accompagnata da un’accurata scelta di dettagli significativi. Un affondo di verità che scaturisce dall’istantanea in cui Fiorenzo conferma di saper cogliere ed armonizzare l’aspetto esteriore e quello interiore, il sentimento e il flusso del pensiero, il carico degli eventi che scorrono attraverso la spontaneità della posa, il vibrare della mimica, l’acutezza dello sguardo che va dritto a quello dell’osservatore. Ma non gli basta, Fiorenzo Toniutti va oltre. La raffinata compiutezza del suo tratto inconfondibile, che niente lascia all’incertezza o all’approssimazione, imprime ai protagonisti dei suoi lavori la luce dell’intelletto, l’energia del suo manifestarsi, la totalità del suo universo, in una sintesi non solo magistrale, ma addirittura magica di tecnica, forma e sostanza.

Nella semplicità e nell’umiltà che sono prerogative solo dei grandi, Fiorenzo ci rivela l’ingegno e lo studio, la passione e il rigoglio della sua mente. Doti rare e supreme che gli consentono di spaziare dall’impegnativo ritratto del celebre personaggio a quello affettuoso dei familiari, da una elaborata composizione alla simpatica caricatura di un amico, a pregevoli illustrazioni per libri.

A guidare la sua matita sempre l’ispirazione della sua città, Fiorenza, l’aspirazione alla Bellezza, l’amore per l’Arte.

Gabriella Gentilini

Firenze, 28 agosto 2015

Dedicato alla mia Mamma

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: